Carciofo con cuore d’uovo

Buongiorno Ragazze e Ragazzi!
Oggi vi voglio proporre un secondo piatto, a mio parere, d’impatto!
Fin da piccola ho mangiato carciofo e uovo e ne andavo letteralmente pazza, ma per voi ho preparato una variante più sofisticata ed elegante.

  • Grado di difficoltà: +
  • Costo: €
  • Tempo di preparazione: 10 minuti
  • Tempo di cottura: circa 1 ora e 30 minuti
  • Porzioni per persone: 2

20170322_140902 (2)
Gli ingredienti necessari per questa ricetta sono veramente pochi, in quanto partendo dai due protagonisti, ricchi di sapori caratteristici, abbiamo bisogno solo di un po’ di spezie per farli esaltare, cogliendo l’occasione di evitare l’utilizzo del sale.

2 mammole di carciofo: quanto è romantica la natura, una corazza quasi legnosa ripara e protegge un cuore di piccole foglie fragili. Dal verde scuro si passa ad un rosso violaceo, che diventa rosa quando viene cotto.
Parere sull’ingrediente: è decisamente consigliato utilizzare le mammole o romaneschi, per la loro forma bassa e tozza, rispetto i maschi o spinosi che si presentano lunghi e stretti, ciò comporterebbe a non riuscire a tenerli in piedi e a non aver sufficiente posto per ciò che vogliamo ottenere noi.

2 uova: insieme al latte sono gli alimenti più completi di origine naturale che possiamo avere sulle nostre tavole. La toque, cioè il cappello da cuoco con la sua forma caratteristica, deve il suo nome alle uova: ogni piega indica un diverso modo per cuocerle. In effetti anche solo i modi più comuni per prepararle non sono pochi.

1 dado da brodo vegetale: un insieme di ingredienti, cotti, essiccati e pressati. Non è la cosa più salutare di questo mondo, ma che esplosione di sapori in bocca, proprio per questo può essere considerato un esaltatore di sapidità.

Vino bianco: ovviamente per essere cotto va bene un vinello qualunque, serve per lasciare quell’aroma di sottofondo, delicato, ma saporito.

Peperoncino e prezzemolo: una spezia ed un’erba, quanto sapore danno: sembrano piccole cose insignificanti, ma nella riuscita di una ricetta semplice sono quel tocco in più che ti permettono di viaggiare mentre stai mangiando.

Vediamo insieme questa semplice, ma d’effetto, ricetta!
Iniziamo con il tagliare e pulire i carciofi, mi sembra quasi di pulire delle rose dalle spine prima di poterne fare un mazzo di fiori.

In effetti un mazzo di carciofi non sarebbe niente male!

Prima le punte, in modo da avere un’apertura sufficiente dopo la cottura e togliamo un po’ di foglie esterne che rimarrebbero dure e legnose. Non vogliamo mangiare legna!

Infine tagliamo il gambo e lo peliamo sempre per rimuovere la parte legnosa che non si cuocerebbe, in modo che anch’esso sarà morbido e polposo quando andremo a mangiarlo.
Un piccolo accorgimento sarebbe quello di bagnare i gambi con il succo di limone, per evitare che si scuriscano nel tempo, ma in ogni caso con la cottura cambierebbero colore.

Possiamo ora lavare i nostri carciofi, sotto acqua corrente e cerchiamo di allargare leggermente le foglie sia per lavarle che per ottenere ciò che ci servirà. Otterremo, dopo la cottura, un bellissimo fiore aperto, un vero incanto per occhi e naso, bè certamente anche per il palato!

20170322_142452 (2)

Ora i nostri carciofi sono pronti per essere messi in pentola: insieme ai gambi, al dado da brodo ed infine alla quantità d’acqua ideale, che deve arrivare all’incirca a  ¾ dei carciofi. Facciamo in modo che l’acqua sobbolli con il coperchio, quindi molto probabilmente dovrete abbassare il fuoco al minimo. Il vapore è pericoloso, ma importante per la sua potenza: cuoce e ci permette di mantenere tutte le sostanze positive degli alimenti.

20170322_143509 (2).jpg
Ogni tanto accuriamoci di prelevare del brodo per versarlo all’interno del carciofo e lasciamo cuocere per 30 minuti abbondanti, momento in cui andremo ad aggiungere le spezie, nel brodo, ma anche al di sopra del nostro “fiore”.
Piccola riflessione: secondo me è meglio addizionarle ora, rispetto l’inizio, in quanto anche loro hanno delle proprietà positive ed una cottura prolungata le comprometterebbe. Considerando che dovranno cuocere altri 30 minuti, riusciranno comunque ad insaporire i nostri carciofi.
Nel frattempo ci occupiamo anche di girarli, mettendoli verticali come in foto e li rigireremo, facendoli roteare, fra una decina di minuti, in modo che tutta la parte superiore venga a contatto diretto con il brodo.

Dopo un’altra mezz’ora, possiamo assaggiare una foglia esterna, per considerare se sia abbastanza cotta, tenendo presente che non sarà mai completamente morbida, essendo fra le più legnose.
Se la riterrete abbastanza cotta, dovrete, facendo molta attenzione, aiutandovi con due forchette, cercare di aprire le foglie, partendo dalle più estere fino alle interne, per ottenere un fiore aperto con, all’interno, il suo bocciolino roseo. Io me ne sono innamorata!

20170322_160108 (2)
Ora arriva il bello: apriamo un uovo alla volta, direttamente sopra al nostro cuore del carciofo, probabilmente si romperà, ma non importa!
Ora rimettiamo il coperchio e lasciamo cuocere il tempo necessario, in modo che l’albume non “balli” più: serveranno più o meno 10 minuti.

Scoliamo i nostri carciofi dall’acqua rimasta fra le foglie, inclinandoli appena, aiutandoci con un cucchiaione ed una forchetta e fate attenzione: scotta!

20170322_162340 (2)

Impiattiamo con un po’ di prezzemolo se di vostro gradimento e iniziamo a sfogliare…Buon appetito!

20170322_162947 (2)

Gli utensili utilizzati per la ricetta sono i seguenti, con il link relativo. Se per caso decidete di comprarli in seguito, sarebbe di mio gradimento se ripartiste da qui, cliccando i miei link. In questo modo potreste aiutarmi a crescere sempre di più, proprio per voi. GRAZIE!

Casseruola: Home Stone Casseruola con 2 Manici, Antracite, 22 cm

 Pelaverdure: Pela verdure duale a Julienne, con manico antiscivolo

Coltello: Kealive, 4 Coltelli Professionali con Lama in Ceramica + 1 Pelapatate in Ceramica

Se hai provato la mia ricetta, fammi sapere anche sui social come ti è venuta, se hai trovato difficoltà e se è piaciuta a te ed ai tuoi ospiti. Inoltre se l’hai trovata squisita fammi un piccolo favore: condividila con chi vuoi tu! 😉

Se vuoi averne il riassunto, scarica il PDF della ricetta.

Annunci

One thought on “Carciofo con cuore d’uovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...