Stoccolma, Dicembre 1649

“Il caso Cartesio” di Daniele Bondi, RusconiLibri, 2011

“[…] Dovevate farlo uccidere sulla nave e gettarlo in pasto agli squali. Ma voi no! Avete preferito accondiscendere a quest’ennesimo vezzo della regina e solo ora vi rendete conto delle terribili conseguenze di questa vostra scelta.” […]
“Lo ammetto, ho peccato di superficialità sottovalutando l’influenza che questo filosofo avrebbe potuto esercitare sulla nostra sovrana.”

Questo è soltanto uno dei molti piani che verranno architettati contro il protagonista di questo libro.

Un mistero, realmente accaduto, raccontato fra presente e passato: 1949 gli ultimi anni di Renato Cartesio; 1953 la regina Cristina di Svezia ed il suo cammino verso il Cattolicesimo e 2009 le grandi scoperte sulla presunta polmonite, fatale, che uccise il filosofo.

Tutti contro uno: è questo che porta avanti la storia, un continuo intreccio di personaggi, che girano attorno ad uno. Molteplici sono coloro che entrano a contatto direttamente ed indirettamente con lui, Renato Cartesio, colui su cui tutto il libro verte: non solo come protagonista, ma anche per i pensieri che in quanto filosofo trasmise.

Personalmente adoro i gialli ambientati in più tempi, ma questo è veramente particolare: avvincente, filosofico e capace di creare un dubbio spirituale, che rimane nell’anima. Resta comunque un giallo storico, ambientato in tempi antichi e con riflessioni impegnative, ma è sicuramente da leggere per chi ama questo genere.

Se vi è piaciuta la citazione tratta da questo libro, potrete trovarlo e leggerlo tutto d’un fiato a questo link: Il caso Cartesio

Annunci

One thought on “Stoccolma, Dicembre 1649

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...